Il sistema dei bundle

Un bundle è simile a un plugin in altri software, ma anche meglio. La differenza fondamentale è che tutto è un bundle in Symfony, incluse le funzionalità fondamentali del framework o il codice scritto per la propria applicazione. I bundle sono cittadini di prima classe in Symfony. Questo fornisce la flessibilità di usare caratteristiche già pronte impacchettate in bundle di terze parti o di distribuire i propri bundle. Rende facile scegliere quali caratteristiche abilitare nella propria applicazione per ottimizzarla nel modo preferito.

Nota

Pur trovando qui i fondamentali, un’intera ricetta è dedicata all’organizzazione e alle pratiche migliori in bundle.

Un bundle è semplicemente un insieme strutturato di file dentro una cartella, che implementa una singola caratteristica. Si potrebbe creare un BlogBundle, un ForumBundle o un bundle per la gestione degli utenti (molti di questi già esistono come bundle open source). Ogni cartella contiene tutto ciò che è relativo a quella caratteristica, inclusi file PHP, template, fogli di stile, JavaScript, test e tutto il resto. Ogni aspetto di una caratteristica esiste in un bundle e ogni caratteristica risiede in un bundle.

Un’applicazione è composta di bundle, come definito nel metodo registerBundles() della classe AppKernel:

// app/AppKernel.php
public function registerBundles()
{
    $bundles = array(
        new Symfony\Bundle\FrameworkBundle\FrameworkBundle(),
        new Symfony\Bundle\SecurityBundle\SecurityBundle(),
        new Symfony\Bundle\TwigBundle\TwigBundle(),
        new Symfony\Bundle\MonologBundle\MonologBundle(),
        new Symfony\Bundle\SwiftmailerBundle\SwiftmailerBundle(),
        new Symfony\Bundle\DoctrineBundle\DoctrineBundle(),
        new Symfony\Bundle\AsseticBundle\AsseticBundle(),
        new Sensio\Bundle\FrameworkExtraBundle\SensioFrameworkExtraBundle(),
        new AppBundle\AppBundle(),
    );

    if (in_array($this->getEnvironment(), array('dev', 'test'))) {
        $bundles[] = new Symfony\Bundle\WebProfilerBundle\WebProfilerBundle();
        $bundles[] = new Sensio\Bundle\DistributionBundle\SensioDistributionBundle();
        $bundles[] = new Sensio\Bundle\GeneratorBundle\SensioGeneratorBundle();
    }

    return $bundles;
}

Col metodo registerBundles(), si ha il controllo totale su quali bundle siano usati dalla propria applicazione (inclusi i bundle del nucleo di Symfony).

Suggerimento

Un bundle può stare ovunque, purché possa essere auto-caricato (tramite l’autoloader configurato in app/autoload.php).

Creare un bundle

Symfony Standard Edition contiene un task utile per creare un bundle pienamente funzionante. Ma anche creare un bundle a mano è molto facile.

Per dimostrare quanto è semplice il sistema dei bundle, creiamo un nuovo bundle, chiamato AcmeTestBundle, e abilitiamolo.

Suggerimento

La parte Acme è solo un nome fittizio, che andrebbe sostituito da un nome di “venditore” che rappresenti la propria organizzazione (p.e. ABCTestBundle per un’azienda chiamata ABC).

Iniziamo creando una cartella src/Acme/TestBundle/ e aggiungendo un nuovo file chiamato AcmeTestBundle.php:

// src/Acme/TestBundle/AcmeTestBundle.php
namespace Acme\TestBundle;

use Symfony\Component\HttpKernel\Bundle\Bundle;

class AcmeTestBundle extends Bundle
{
}

Suggerimento

Il nome AcmeTestBundle segue le convenzioni sui nomi dei bundle. Si potrebbe anche scegliere di accorciare il nome del bundle semplicemente a TestBundle, chiamando la classe TestBundle (e chiamando il file TestBundle.php).

Questa classe vuota è l’unico pezzo necessario a creare un nuovo bundle. Sebbene solitamente vuota, questa classe è potente e può essere usata per personalizzare il comportamento del bundle.

Ora che il bundle è stato creato, va abilitato tramite la classe AppKernel:

// app/AppKernel.php
public function registerBundles()
{
    $bundles = array(
        // ...
        // registra il bundle
        new Acme\TestBundle\AcmeTestBundle(),
    );
    // ...

    return $bundles;
}

Sebbene non faccia ancora nulla, AcmeTestBundle è ora pronto per essere usato.

Symfony fornisce anche un’interfaccia a linea di comando per generare uno scheletro di base per un bundle:

$ php app/console generate:bundle --namespace=Acme/TestBundle

Lo scheletro del bundle è generato con controllore, template e rotte, tutti personalizzabili. Approfondiremo più avanti la linea di comando di Symfony.

Suggerimento

Ogni volta che si crea un nuovo bundle o che si usa un bundle di terze parti, assicurarsi sempre che il bundle sia abilitato in registerBundles(). Se si usa il comando generate:bundle, l’abilitazione è automatica.

Struttura delle cartelle dei bundle

La struttura delle cartelle di un bundle è semplice e flessibile. Per impostazione predefinita, il sistema dei bundle segue un insieme di convenzioni, che aiutano a mantenere il codice coerente tra tutti i bundle di Symfony. Si dia un’occhiata a AcmeHelloBundle, perché contiene alcuni degli elementi più comuni di un bundle:

Controller/
contiene i controllori del bundle (p.e. HelloController.php);
DependencyInjection/
contiene alcune estensioni di classi, che possono importare configurazioni di servizi, registrare passi di compilatore o altro (tale cartella non è indispensabile);
Resources/config/
contiene la configurazione, compresa la configurazione delle rotte (p.e. routing.yml);
Resources/views/
contiene i template, organizzati per nome di controllore (p.e. Hello/index.html.twig);
Resources/public/
contiene le risorse per il web (immagini, fogli di stile, ecc.) ed è copiata o collegata simbolicamente alla cartella web/ del progetto, tramite il comando assets:install;
Tests/
contiene tutti i test del bundle.

Un bundle può essere grande o piccolo, come la caratteristica che implementa. Contiene solo i file che occorrono e niente altro.

Andando avanti nel libro, si imparerà come persistere gli oggetti in una base dati, creare e validare form, creare traduzioni per la propria applicazione, scrivere test e molto altro. Ognuno di questi ha il suo posto e il suo ruolo dentro il bundle.

Tabella dei contenuti

Argomento precedente

Configurare Symfony (e gli ambienti)

Argomento successivo

Basi di dati e Doctrine

Questa pagina